Valore non valido
Valore non valido

36 playground giardini margherita 2017 1E’ stato il Magnifico Rettore dell’Università di Bologna Francesco Ubertini ad alzare il trofeo della 36esima edizione del Playground dei Giardini Margherita, abbinato Marzocchini, grazie alla vittoria della Matteiplast “griffata” CUS Bologna che ha sconfitto nella finale, molto nettamente, il Mulino Bruciato CSI Bologna, in quella che è stata definita (e non da noi) come la partita meno entusiasmante della storia quasi quarantennale del torneo…

Oggetto della disputa, la provenienza della squadra campione, una compagine vera e propria fatta di giocatori selezionati da tempo e affiatati fra loro, con tanti allenamenti insieme alle spalle, uno staff tecnico stabile e, non ultimo, il fatto di utilizzare il Playground come “prova generale” prima della disputa dei Campionati Europei Universitari… Niente a che vedere, quindi, con i ragazzi del Mulino Bruciato, tipica compagine da campetto, con uno staff tecnico creato ad hoc ed il solito mix di giocatori esperti e di buon livello insieme a semplici appassionati ed amatori, molti dei quali si sono conosciuti e presentati fra loro in Piazzale Jacchia, pochi minuti prima dell’esordio. Il tutto nella migliore tradizione di questo torneo che rappresenta, da sempre, un’icona della passione cittadina per il basket e un modello imitato in tutt’Italia e non solo.

Complice la bella stagione e il ritrovato entusiasmo per la pallacanestro bolognese (sia essa targata Virtus, Fortitudo, Andrea Costa, Progresso, Libertas o Bradipi…) centinaia e centinaia sono stati gli spettatori per ciascuna delle serate, per una manifestazione che, risultato finale a parte, ha comunque garantito tre settimane di grande spettacolo e perfetta organizzazione. Con i soliti ingredienti: dai vip e le stelle dello sport a bordocampo fino alla briscola di inizio serata alla quale affidare la scelta delle panchine, per l’ennesimo miracolo messo in scena da Simone Motola e dal suo staff: il dress code rappresentato dalle loro divise bianche a pois color oro resterà a lungo nell’immaginario di tutti i presenti.

Ottimo anche il cammino del Mulino Bruciato, guidato dal mitico Luca “Bat” Sterpi, con Marco Manservisi, il dott. Riccardo Cagali e l’onnipresente Francesco Nanni, anima del gruppo e ideatore del bel connubio con il CSI Bologna.

Poco accreditati alla vigilia (obiettivo massimo al quale aspirare, la semifinale) gli arancio-nero-grigi (bellissima la divisa) hanno iniziato a carburare nel girone di qualificazione. Due le vittorie riportate (contro BV Infissi Art Bo e Angelica Trasporti) e una sola sconfitta (di misura contro la fortissima Kaffeyna Koy’s). Agile la vittoria ai Quarti di Finale contro la pur valida #sempreminors. Sorprendente il successo in Semifinale contro la favoritissima Orplast Supermercati.

Nella Finalissima, come detto, netta sconfitta per 104 - 84 contro Matteiplast in una partita già compromessa nei primi minuti (41 i punti subiti nel primo quarto…), dalla quale il Mulino Bruciato usciva comunque fra gli applausi con il titolo di sorpresa e vincitore morale.
Onore quindi a tutti i ragazzi scesi in campo nelle diverse serate: Conversano, Cutolo, De Pascale, Grilli, Liburdi, Minghetti, Montanari, Montano, Picciolini, Pignatti, Ranuzzi, Sterpi.

E l’appuntamento è già per la 37esima edizione…

NIMH2017E’ stato già un grande successo, sicuramente l’evento di pallacanestro (e non solo) che ha portato la maggiore ventata di novità nell’estate 2017 in tutta la provincia di Bologna. Not In My House, la lunga carovana di tornei di basket itinerante ha infatti attraversato, in questa prima edizione, 4 dei più suggestivi e prestigiosi playground del nostro territorio. Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso e Anzola dell’Emilia sono state teatro, nel corso di quattro torride settimane, della fasi di qualificazione rispettivamente per la South, la North, la East e la West Conference.

Sono state decine le squadre iscritte, oltre 500 gli spettatori registrati in alcune delle serate, con il contorno di spettacoli, musica, gastronomia e divertimento.
Grande merito va quindi ai giovanissimi e intraprendenti ideatori e organizzatori di questo evento, capaci anche di creare una sinergia, come sottolineato anche nella conferenza stampa di presentazione, con le più importanti istituzioni cittadine.

Il Comune di Bologna, a partire dall’Assessore allo Sport Matteo Lepore, Emilbanca, il CSI Centro Sportivo Italiano e la FIP sono stati patrocinatori e collaboratori per ciascuna tappa, e insieme a loro numerosi sponsor tecnici e partner commerciali.
Siamo ora giunti all’epilogo, con le squadre più forti emerse dalle tappe precedenti che si scontreranno nelle serate del 18 e 19 di luglio, a partire dalle ore 20, in piazza dell’otto agosto.

Bilancio positivo, quindi, per gli organizzatori, arrivati estenuati ma felici alla fine del percorso, mentre già si guarda alla prossima estate per far crescere ancora un evento che sta coinvolgendo centinaia di giovani e giovanissimi sportivi della nostra città.

Collage NIMH 2017

L'editoriale

La nostra comunicazione, al tempo di google (e non solo)

OTTOBRE 2017 “Come si può oggi rispondere all'antica domanda «Chi sono»? Fino a ieri, sia pure tra molte cautele, si poteva ben dire «io sono quello...

Leggi tutto »
Vai all'archivio »

Calendario Eventi

  • Data Speed