Valore non valido
Valore non valido

LUGLIO 2020. editoriale luglio

Mentre quest’estate ci porterà (almeno, così si dice) la tanto attesa riforma del sistema sportivo italiano, una piccola rivoluzione si è già avuta dal 20 luglio, con la ripartenza (parziale, prudente, condizionata) degli sport di contatto e di squadra, esattamente cinque mesi dopo la sospensione di febbraio, al momento dell’esplosione dell’epidemia da Covid-19. Su questa legge delega, strategica e importante, torneremo nei prossimi mesi, una volta letto e commentato l’articolato complessivo. Da un lato, molti timori riguardano la fretta e la complessità dei tanti e diversi argomenti cui si vuole mettere mano, e già sono sorte le prime perplessità, a partire da quelle avanzate dagli Enti di Promozione Sportiva. Dall’altro, è anche vero che molto spesso le migliori elaborazioni nascono proprio nei momenti di emergenza. Staremo a vedere. Sulla ripartenza, che ci ha visti ovviamente protagonisti, con le nostre attività, in vista della riapertura completa (si spera a settembre) di manifestazioni, corsi, tornei e campionati, ci teniamo a dire poche, ma importanti cose, che servano a mettere un punto e chiarire e discriminare dinamiche poco trasparenti che stanno purtroppo emergendo, come spesso accade nei periodi di crisi. Si ripartirà, questo è certo, alla grande, con tutte le attività e tutti insieme. Noi lo faremo però sempre e solo nel pieno rispetto delle norme e dei protocolli e, prima ancora, della vostra salute e della vostra sicurezza. Siamo stati i primi a chiudere, quando gli altri invitavano a proseguire, per mera speculazione economica (di questo ci sono le prove, le notizie e i comunicati ufficiali; speriamo che nessuno se ne sia dimenticato). Non abbiamo aggirato decreti e ordinanze, in questi mesi, per riaprire in modo avventato, per non rinunciare a qualche incasso... I protocolli del CSI sono certi e ufficiali, riconosciuti dal Governo, dalla Sanità pubblica e dal Comitato Tecnico Scientifico. Sono consultabili e condivisi, e li rispetteremo fino in fondo. Nulla è cambiato, nelle nostre attività, dal punto di vista economico e gestionale. Stiamo già vedendo consistenti aumenti nelle quote di iscrizione (in alcuni casi fino al raddoppio). Ad oggi, non ce n’è alcun motivo. Noi, confermeremo le quote del passato, provando a venirvi ulteriormente incontro, se ne avremo la disponibilità. Per tutte le nostre iscrizioni, sarà possibile un ulteriore abbattimento, mediante l’utilizzo degli sport voucher. Con la salute non si scherza; questi mesi ce lo dovrebbero avere insegnato. Non c’è stata alcuna modifica sulla normativa, in merito alla certificazione medica. Nessuno ha abolito la visita medico sportiva agonistica, che è ancora prevista e obbligatoria per la partecipazione a tutti i campionati sul territorio nazionale e, soprattutto, resta l’unico strumento di prevenzione per la vostra salute. Chi sostiene il contrario, viola la legge e gioca con la vostra vita. Lo stesso vale per la normativa Blsd: pur con tutte le difficoltà e l’impegno che richiede, ha portato ad una svolta dal punto di vista culturale e della prevenzione. Coinvolgere le società sportive è fondamentale e ha portato, negli ultimi anni, a salvare decine di vite umane. Pensateci, prima di entrare in campo. Vi possiamo mostrare sempre l’affiliazione e i tesseramenti della vostra quadra (unici strumenti per una vera tutela fiscale, sanitaria e assicurativa) e abbiamo previsto nel caso (malaugurato) di nuovo stop, la restituzione integrale, entro 24 ore, di tutte le somme versate e non godute, così come già avvenuto nel mese di luglio per il Torneo Replay. Altre forme di sostegno e tutela (dalle assicurazioni integrative Covid alle forme di promozione, vere e non ingannevoli, e sostegno economico per la vostra riapertura) sono allo studio. Per una ripartenza sicura, corretta ed onesta, come la storia che ci accompagna da sempre. Pronti a scendere in campo?     

Andrea De David

presidenza@csibologna.it

icona facebookicona youtubeicona twittericona instagram

 

L'editoriale

Carlo Acutis: “La mia autostrada per il cielo”

OTTOBRE 2020. L’Influencer di Dio. Anche i Millennials vanno in Paradiso. Il Santo Protettore di Internet. Il Beato con le sneakers. Il Pier Giorgio Frassati...

Leggi tutto »
Vai all'archivio »

banner newsletter

Calendario Eventi

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.