Valore non valido
Valore non valido

Poche ore dopo l’addio di Francesco Totti, tante emozioni anche per i nostri ragazzi di San Matteo di Molinella, esattamente nello stesso luogo: lo Stadio Olimpico di Roma.

Sono stati infatti loro a rappresentare quest’anno il CSI di Bologna alle Finali Nazionali della Junior TIM Cup, il torneo giovanile di calcio a 7 riservato agli Under 14, che per il quinto anno consecutivo è stato disputato nelle città le cui squadre militano nella Serie A TIM, e che continua a regalare un grande sogno ai ragazzi degli oratori e dei gruppi giovanili ad essi riconducibili.

San Matteo di Molinella 2017San Matteo di MolinellaCon una responsabilità in più, quest’anno: il titolo di campioni uscenti, ottenuto per il CSI Bologna l’anno scorso, grazie al trionfo dei ragazzi di San Giuseppe Lavoratore.

La finale di Champions League e il conseguente spostamento della Finale di TIM Cup ha consentito ai ragazzi di avere a propria disposizione l’intera struttura, dal campo agli spogliatoi, dalle tribune alla sala stampa, addirittura per due giorni interi.

Il risultato sul campo non è stato brillante come l’anno precedente (non si può vincere sempre…), il girone di qualificazione ha visto i ragazzi ottenere solo un secondo posto, non sufficiente al passaggio alle semifinali… Un autentico girone di ferro, quello estratto a sorte dai dirigenti della Lega Calcio, partner con TIM e CSI dell’iniziativa, che ha visto Bologna abbinata a Napoli, Verona e Sassuolo.

Si parte con una bella vittoria, contro Verona: un perentorio 2 - 0 grazie alle reti di Alessio De Cristofaro e Giuseppe Verrazzo, quest’ultimo su calcio di rigore. Già decisivo il secondo match, contro l’attesissima Napoli… Vantaggio ancora con De Cristofaro, ma i ragazzi del Don Guanella, l’oratorio del Quartiere di Scampia immortalato dalla TIM nelle celebri pubblicità televisive, ribaltavano il risultato, per l’1 - 2 finale… Nella terza partita, il pareggio per 1 - 1 (in rete Riccardo Amadei) contro la Parrocchia di San Paolo, in rappresentanza del Sassuolo, serviva unicamente a determinare la classifica finale, ma non era sufficiente al passaggio del turno.

Si è trattato comunque di una bellissima esperienza, con la squadra bolognese accompagnata dagli educatori, Luca Malacarne e Marco Uva, da un folto gruppo di genitori e da Don Massimo Vacchetti, consulente ecclesiastico del CSI Bologna e delegato allo sport della Diocesi, che ha anche guidato i ragazzi, nel corso della seconda serata, ad un importante e partecipato momento di preghiera e riflessione tutti insieme.

La vittoria finale, ad aumentare il rammarico, è andata proprio al Don Guanella di Napoli. Un po’ di dispiacere, certamente, c’è stato, per aver dovuto abdicare al titolo di campioni nazionali ma la vittoria di Napoli, in rappresentanza di una realtà che svolge un lavoro fondamentale con i ragazzi, nel quartiere di Scampia, e che è diventata negli anni un autentico baluardo contro il degrado e la criminalità organizzata, è sembrata senz’altro una bella conclusione.

Il miglior risultato di un torneo che fa del connubio fra sport, educazione e solidarietà il proprio punto di forza. L’appuntamento è già per l’anno prossimo

Collage Junior Tim Cup Stadio Olimpico1Collage Junior Tim Cup Stadio Olimpico2

L'editoriale

Dieci anni dopo...

GIUGNO 2018. È passato quasi inosservato, soprattutto in un periodo come questo, che ci ha riservato ogni giorno una novità, un evento o una manifestazione, un...

Leggi tutto »
Vai all'archivio »

banner newsletter

Calendario Eventi