Valore non valido
Valore non valido

 

Giornata europea dei risvegli 2017 2“Sulla porta della Casa dei Risvegli bisognerebbe mettere un fiocco bianco, perché qui le persone ri-nascono” ha detto Alessandro Bergonzoni storico testimonial dell’associazione “Gli Amici di Luca” nata per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle persone uscite dal coma o in stato vegetativo e grazie alla quale è stato inaugurato nel 2004 il centro di riabilitazione per persone in coma mettendo al centro il ruolo della famiglia. Un fiocco bianco come i palloncini che sono stati lanciati in cielo dal giardino della Casa dei Risvegli Luca De Nigris per celebrare la Terza Giornata Europea dei Risvegli, in contemporanea con altri Paesi Europei e con le torri di controllo Enav di varie città. Svolta sotto l’Alto Patrocinio del Presidente della Repubblica Italiana, alla festa hanno partecipato tutte le istituzioni coinvolte, dal Sindaco di Bologna Virginio Merola al Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, fino all’Arcivescovo Mons. Matteo Maria Zuppi che ha sottolineando l’importanza di non dimenticare che, oltre al 7 ottobre, anche gli altri 364 giorni sono duri e importanti per le persone che vivono il coma, Chiara Gibertorni direttore generale Azienda Usl di Bologna. Naturalmente, presente il Comitato di Bologna del C.S.I. Centro Sportivo Italiano che ha visto di recente il progetto europeo L.U.C.A.S. inserito fra le “storie di successo” dalla Direzione Generale per l’Educazione, la Gioventù, lo Sport e la Cultura della Commissione Europea. Molto significativo il lavoro di animazione sportiva tematizzato per l'occasione, rivolto ai bambini delle scuole elementari ed i ragazzi della scuola secondaria di secondo grado coordinato da Georgia Murtas, Giornata europea dei risvegli 2017 4responsabile del settore “diversamente sport” del C.S.I. da sempre impegnata nel progetto e dal Coordinatore dell’Attività Sportiva Diego Maselli insieme ai ragazzi dell’Equipe CSI Bologna .
Tutti hanno voluto ringraziare Fulvio De Nigris e Maria Vaccari, i genitori di Luca scomparso nel 1998 dopo 8 mesi di coma che hanno saputo trasformare un dolore in un moltiplicatore di energie per dare cura e assistenza a chi è in coma e a chi deve affrontare la riabilitazione. "Le persone con esiti di coma e stato vegetativo hanno percorsi di cura complessi e non ancora standardizzati - ha detto Fulvio De Nigris, direttore Centro studi per la ricerca sul coma e fondatore dell'associazione con Maria Vaccari, presidente della onlus e mamma di Luca -. I punti di forza di questa giornata stanno nella centralità dell'essere e nel la prospettiva di avere maggiori servizi, più ricerca e attenzione. La prospettiva è creare un'alleanza internazionale intorno a queste persone".

Giornata europea dei risvegli 2017 1 Giornata europea dei risvegli 2017 3

 

 

 

L'editoriale

La nostra comunicazione, al tempo di google (e non solo)

OTTOBRE 2017 “Come si può oggi rispondere all'antica domanda «Chi sono»? Fino a ieri, sia pure tra molte cautele, si poteva ben dire «io sono quello...

Leggi tutto »
Vai all'archivio »

Calendario Eventi

  • Data Speed