Valore non valido
Valore non valido

ORATORIO CUP


- Patto di corresponsabilità con i genitori -
STAGIONE SPORTIVA 2018/2019


L’ORATORIO E’ UN AMBIENTE DOVE EDUCARE I PROPRI RAGAZZI ATTRAVERSO LE ATTIVITA’ CHE
AMANO FARE COME IL CALCIO. UNITI IN QUESTO COMUNE PROGETTO DI EDUCAZIONE CI
IMPEGNAMO A DIFENDERE E ATTUARE UNA SERIE DI PRINCIPI FONDAMENTALI PER IL
RAGGIUNGIMENTO DI TALE SCOPO, RICORDANOSI CHE L’ASPETTO EDUCATIVO DEVE VENIRE
SEMPRE PRIMA DI TUTTO.


A. PER GLI EDUCATORI / ALLENATORI
Tutti gli educatori/allenatori che partecipano a questo progetto si impegnano a vivere e attuare nel modo
migliore possibile le seguenti indicazioni:
1) Tutti gli allenatori/educatori presenti sono il primo esempio per i propri ragazzi e quindi devono
impegnarsi a mantenere sempre un atteggiamento di grande maturità e serenità nei confronti di tutti,
cercando di non essere i primi ad alimentare inutili polemiche.
2) Nel caso di problemi e casi in cui si pensa che siano stati violati dei regolamenti o che ci siano dei
pensieri negativi su atteggiamenti o fatti accaduti si chiede agli allenatori di evitare polemiche plateali
davanti ai ragazzi, ma piuttosto si cerca di risolvere la questione successivamente coinvolgendo il
responsabile e parlandone insieme. Mai litigare davanti ai bambini.
3) Aiutare i direttori di gara con un atteggiamento positivo e mai polemico. Evitare ogni tipo di richiamo.
L’arbitro può sbagliare, come tutti. Gli arbitri agiscono sempre in buona fede e non dobbiamo mai
dubitare del contrario.
4) Evitare l’eccesso di agonismo da parte di tutti, cercare sempre di calmare gli animi dei ragazzi più
agitati, magari togliendoli un attimo dal campo per farli ragionare e richiamarli all’ordine (anche se
questo dovesse essere il migliore della squadra).
5) Correggere i ragazzi nel modo di parlare, evitando il più possibile parolacce e assolutamente no
bestemmie. Se anche non dovesse intervenire l’arbitro (che dovrebbe espellere per regolamento) vi
chiedo di sostituire voi il ragazzo per una forte ammonizione.
6) Avere l’attenzione di coinvolgere sempre tutti i ragazzi presenti in panchina, lasciandogli il giusto
spazio all’interno della squadra.
7) Favorire sempre momenti di comunione e di coinvolgimento comune come il terzo tempo o una
merenda insieme o altre cose che vi possono venire in mente. Si gioca con l’altra squadra, non
contro.

B. PER I GENITORI / ACCOMPAGNATORI
Tutti i genitori/ accompagnatori sono invitati a collaborare al clima di accoglienza e che c’è intorno alla partita
rispettando le seguenti regole di comportamento:
1) Ogni genitore, parente o amico è invitato a partecipare alle partite in un clima amichevole con la
voglia di conoscere i genitori avversari e di mischiarsi insieme.
2) Sono tutti invitati a incitare la propria squadra rendendo più caloroso e colorato il contorno, ma
senza mai essere offensivi nei confronti degli altri.
3) i genitori e i familiari non dovranno mai essere protagonisti di comportamenti antisportivi, maleducati
nel corso delle partite; dovranno sempre essere rispettosi degli avversari e degli arbitri, senza mai
essere offensivi o polemici nei confronti degli stessi.
4) non sono ammesse da parte dei genitori o famigliari degli allievi interferenze tecnico-sportive per ciò
che concerne: convocazioni, ruoli, inserimenti in diversi gruppi della squadra, tempi effettivi di gioco
e quant’altro appartiene esclusivamente al rapporto tecnico tra Allenatori e ragazzi. I nostri allenatori
sono prima di tutto educatori e cercheranno di fare del loro meglio per evidenziare le caratteristiche
del vostro bambino nel gruppo. In caso si avesse bisogno di un chiarimento è sempre meglio farlo in
disparte lontano dai ragazzi stessi per non sminuire i ruoli stessi.
5) Evitate di mettere troppa pressione ai vostri figli, aiutateli piuttosto a vivere serenamente questo
pomeriggio con altri amici.

C. PER TUTTI GLI ATLETI
A chi partecipa attivamente a questo progetto si richiedono alcune regole fondamentali:
1) ogni partecipante è tenuto ad un comportamento improntato alla massima serietà, correttezza e lealtà,
ispirandosi sempre ai principi fondamentali dello sport e dell’associazione stessa
2) ogni iscritto/calciatore è tenuto a comportarsi sempre educatamente in ogni occasione, ha il dovere di
tenere nei confronti degli altri un atteggiamento di massimo rispetto sia nel linguaggio che nei modi. Porge
sempre il suo saluto a chiunque, non usa linguaggio scurrile e meno che mai bestemmie. Deve sempre
rispettare compagni e avversari.
3) è dovere di ogni ragazzo giocare sempre secondo le regole, rispettare il fair-play e non giocare in modo
falloso, accettare tutte le decisioni dell’arbitro anche quando non sembrano giuste, evitando ammonizioni ed
espulsioni per proteste. Si ricorda che solo il capitano con i dovuti modi, può comunicare con l’arbitro;
4) ogni iscritto deve trattare sempre con rispetto l’avversario senza mai sottovalutarlo, vincendo sempre
con modestia e perdendo con dignità. Non offende mai e evita qualsiasi provocazione per non generare
inutili litigi. Saluta prima e alla fine della gara tutti gli avversari. Tratta sempre con rispetto i compagni di
squadra e mantiene sempre un atteggiamento riguardoso nei confronti di chi sta intorno;

D. PER GLI ARBITRI
Si chiede a tutte le persone preparate (e non) a fare questo compito di contribuire in modo essenziale a
questo progetto, facendo rispettare le regole con il giusto atteggiamento:
1) verificare ad inizio gara la regolare compilazione delle distinte firmate da un responsabile che se ne
assume la responsabilità, attuare un riconoscimento a campione in qualche partita con controllo foto tessera.
2) arbitrare la partita nel miglior modo possibile con autorità, ma anche con atteggiamenti di disponibilità
soprattutto in merito alle categorie (massima tolleranza nei più piccoli).
3) Non tollerare in nessun caso la bestemmia che dev’essere sanzionata con l’espulsione.
4) In casi di comportamento antisportivo applicare il regolamento alla lettera, cercando la via
educativamente più efficace per farlo desistere a ricadere nello stesso errore.
5) in caso di comportamento maleducato invitare il ragazzo ad una cambiamento. Se persiste chiedere la
sostituzione dell’allenatore (se non l’avesse già fatto) o procedere all’espulsione.

E. INDICAZIONI DIDATTICHE
Il progetto “Oratorio Cup” e tutti gli oratori che vi partecipino persegueno le seguenti finalità:
- contribuire alla formazione motoria degli iscritti, la voglia di giocare a calcio e di stare in gruppo da
realizzarsi in ambiente sano, controllato da educatori;
- contribuire alla formazione di una personalità, dove l’insuccesso e la sconfitta non determinino sfiducia
ma stimolino la capacità di valutare laddove si è sbagliato e di conseguenza di migliorare le proprie
capacità/prestazioni;
- dare a tutti la possibilità di ricevere gratificazioni in quello che si fa, dosando opportunamente le
difficoltà sia in allenamento che durante gli eventi agonistici, evitando esasperazioni o richieste di maggiori
prestazioni all’interno di un contesto di capacità degli iscritti quanto più possibile equilibrato;
- contribuire allo sviluppo di uno “spirito di squadra” determinante, oltre che nel gioco e nello sport, anche
nella vita futura dei bambini.
- conoscere altre realtà oratoriali con le quali condividere amichevolmente pomeriggi insieme.

F. ORGANI DI INFORMAZIONE E SOCIAL NETWORK
L’Oratorio cup vi invita a comunicare con i propri tesserati e le proprie famiglie attraverso i seguenti canali
ufficiali:
- Gruppo dedicato di whatsapp (fra allenatori di categoria / con i vostri genitori per i rispettivi oratori)
- Newsletter fra allenatori per aggiornamenti notizie e risultati
- Sito Internet anspi: https://sites.google.com/site/anspitorneibologna/calcio
Sito Internet anspi: https:// http://csibologna.it/oratorio‐cup/oratorio‐cup
- Pagina Facebook: https://facebook.com/oratoriocupbo

L'editoriale

Cronache di fine estate…

AGOSTO 2019. Ultime settimane d’estate 2019, senza Mondiali di Calcio (maschile) e senza Olimpiadi ma, proprio per questo, bellissime e ricche di avvenimenti sportivi da...

Leggi tutto »
Vai all'archivio »

banner newsletter

Calendario Eventi

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok