Valore non valido
Valore non valido

arianna saluta

arianna salutaInevitabile, in questi mesi che stiamo vivendo, come eventi di grande rilevanza possano correre il rischio di passare in sordina. Anche se le piscine sono state chiuse per quasi un anno e mezzo e, per gran parte, lo sono ancora adesso, non possiamo però dimenticarci di salutare con grande affetto e simpatia l’addio alle gare di Arianna Barbieri. Come avvenuto l’anno precedente con Mirco Di Tora, è stato anche quest’anno il Sette Colli di Roma il teatro, giustamente prestigioso, di questo suo saluto al mondo del nuoto agonistico di alto livello. Arianna ha passato gli ultimi undici anni nuotando con Azzurra ‘91 CSI Bologna, la squadra di nuoto agonistico del Comitato CSI di Bologna. Arrivata giovanissima dal Veneto, si è subito integrata nel gruppo, sia dal punto di vista tecnico che associativo, in quella che è poi diventata per molti, e anche per lei, una grande famiglia. Seria, disponibile, simpatica e volitiva. Tutte caratteristiche che l’hanno imposta all’attenzione, sia dentro che fuori dalle piscine. Una carriera lunghissima, interrotta nel 2018 per curare una forma di linfoma, che l’ha costretta a oltre sei mesi di cure. Una brutta avventura, raccontata poi anche ai media nazionali, affrontata con grande forza di carattere, insieme alla famiglia, agli amici e alla grande famiglia allargata di Azzurra ‘91. Un valore aggiunto che spesso lo sport può dare, e che ne ha rafforzati i valori e le convinzioni. Il ritorno alle gare, con la vittoria nella 4 x 100 stile libero con Ilaria Bianchi, Costanza Cocconcelli e Nicoletta Ruberti è stato un piccolo miracolo, sportivo e non solo. Nonostante questa brusca interruzione, un palmares ricchissimo, principalmente nelle gare dei 50 e 100 metri dorso. Trentaquattro medaglie ai campionati italiani, di cui dieci d’oro, e la medaglia di bronzo ai Giochi del Mediterraneo. Più volte primatista italiana nei 100 dorso e in staffetta, il 2012 è stato il suo anno d’oro. Sono state ben tre le medaglie d’argento conquistate ai Campionati Europei di Debrecen (Ungheria), nei 50 e 100 dorso e nella staffetta. In estate, la partecipazione alle Olimpiadi di Londra, concluse a un passo della finale assoluta. Il suo contributo alla nostra squadra è stato per un decennio fondamentale, portando Azzurra ‘91 fino al secondo posto assoluto nella classifica italiana femminile, alle spalle solo dell’Aniene Nuoto di Roma. Al di fuori delle gare, l’abbiamo sempre trovata gentile e disponibile, in qualunque situazione. Ne ricordiamo la simpatica partecipazione come modella per Sport Week della Gazzetta dello Sport e quella come testimonial di Estate Ragazzi 2020 con “Estate a 5 Cerchi”. Oggi, a 32 anni, lo stop alle gare di alto livello. Scontato dire che un tale patrimonio di conoscenze tecniche, esperienza e valori umani e associativi merita di non essere disperso. Magari all’interno delle Fiamme Gialle, i cui colori ha rivestito per tanti anni, da quando la sezione sportiva della Guardia di Finanza la arruolò, con grande lungimiranza. Per Arianna un grande grazie da tutto il mondo CSI Bologna che in questi anni l’ha conosciuta, seguita e sostenuta, esultando per le sue vittorie, dentro e fuori dall’acqua, nella speranza di averla ancora con noi anche in futuro.

L'editoriale

Da Wembley a Tokyo

LUGLIO 2021. Se, come spesso accade, noi italiani diamo il meglio proprio in mezzo alle difficoltà, fatte le debite proporzioni, ci aspettano dieci anni d’oro per...

Leggi tutto »
Vai all'archivio »

banner newsletter

Calendario Eventi

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.